« Signore, da chi andremo ? Tu hai parole di vita eterna » Gv 6,68














 
                    

Sabato 08 Luglio 2017

B. Pierre (Pietro) Vigne, «missionario itinerante» († 1740)

image Per saperne di più sui Santi del giorno... Cerca un santo image


Beato Pierre (Pietro) Vigne

"Missionario itinerante" e fondatore:

"Religiose del SS. Sacramento"

 

P

ierre Vigne nasce il 20 agosto 1670 a Privas (Ardèche, Francia), una cittadina ancora segnata dalle conseguenze delle guerre di religione, del secolo precedente, tra cattolici e protestanti. I suoi genitori  Pierre e Françoise Gautier, commercianti agiati nel settore tessile, lo fecero battezzare  nella parrocchia cattolica Saint Thomas di Privas.

La famiglia Vigne era serena nonostante la morte prematura di due bambine, Anne-Clémence e Jeanne. I fratelli maggiori di Pierre, Jean-Francois ed Eléonore, funsero da padrini al battesimo di Pierre.

 

A 11 anni, Pietro viene notato dal curato della parrocchia che gli fa firmare, in qualità di testimonio, nei registri parrocchiali, gli atti di battesimo, matrimonio o sepoltura. Dopo un'adolescenza ufficialmente cattolica, verso i 16 anni Pierre venne riassorbito dall'antica fede calvinista della sua famiglia.

 

Nel 1686 si diresse verso Ginevra, la capitale del Calvinismo europeo: voleva diventare ministro riformato. Racconta una tradizione che per strada Pierre si rifiutò di venerare l'Eucaristia che un sacerdote portava ad un malato. Il suo cavallo si impennò e lo gettò a terra, e così Pierre si ritrovò in ginocchio.  

Prendendo coscienza della presenza di Gesù Cristo nell'Eucaristia, viene improvvisamente trasformato. Un'esperienza che lo orienta definitivamente verso Gesù che dona la sua vita sulla Croce per amor nostro e che, attraverso l'Eucaristia, non cessa di donarsi a tutti gli uomini.

 

Nel 1690 entra nel Seminario dei Padri Sulpiziani di Viviers dove riceve una solida istruzione teologica, liturgica e morale. Ordinato sacerdote il 18 settembre 1694, a Bourg Saint Andéol, dal Vescovo di Viviers, mons. Antoine de la Garde de Chambonas, viene inviato come vicario a Saint-Agrève. Sullo scabro altopiano dell'Ardèche si prodiga senza riserve e scopre quanta povertà e ignoranza di fede ci fosse tra la gente.

 

Sempre attento a discernere, attraverso gli eventi, la volontà di Dio nella sua vita, si sente chiamato altrove. Il suo itinerario spirituale segue, all'inizio, una via alquanto esitante, poi sempre più decisa. Il desiderio di diventare missionario tra la povera gente, lo spinge ad entrare, nel 1700, tra i Lazzaristi, a Lione. Vi riceve una solida formazione alla povertà e alle missioni popolari e, insieme ai confratelli, comincia a percorrere città e villaggi per evangelizzare il popolo cristiano.

 

Nel 1706 abbandona "di sua volontà" i Lazzaristi. È sempre più appassionato per la salvezza delle anime, soprattutto della povera gente di campagna. Dopo un periodo di ricerca la sua vocazione si delinea chiaramente: diviene "missionario itinerante" applicando il suo personale metodo pastorale ma sottomettendo sempre il suo ministero all'autorizzazione dei suoi superiori.

Per più di trenta anni, egli solca a piedi e a cavallo, le strade del Vivarais e del Dauphiné e anche oltre. Per far conoscere, amare e servire Gesù Cristo, affronta la fatica dei viaggi, i rigori del clima. Predica, visita i malati, catechizza i fanciulli, amministra i sacramenti fino a trasportare sul dorso il "suo" confessionale per essere sempre pronto ad offrire la misericordia di Dio. Celebra la Messa, espone il SS. Sacramento ed insegna ad adorare l'Eucaristia di cui dice che è: il “bel sole della Chiesa” e “sorgente di tutte le grazie”.Anche Maria, Bel Tabernacolo di Dio fra gli uomini, occupa un posto privilegiato nella sua preghiera e nel suo insegnamento.

 

Nel 1712, P. Pierre arriva un giorno a Boucieu-le-Roi (Ardèche), il cui sito gli permette di erigere una Via Crucis che chiama "Viaggio del Calvario". Aiutato dai parrocchiani dei dintorni, egli costruisce 39 Stazioni che, attraverso il villaggio e la campagna, insegnano ai cristiani a seguire Gesù dall'ultima Cena, a Pasqua e a Pentecoste.

Boucieu-le-Roi diventa la sua residenza. Ivi riunisce alcune donne alle quali affida il compito di accompagnare i pellegrini della Via Crucis per aiutarli a meditare e a pregare.

 

Ed è in questo luogo che fonda la Congregazione delle "Religiose del SS. Sacramento". Il 30 novembre 1715, nella chiesa di Boucieu-le-Roi, egli consegna loro la Croce e l'abito religioso. Invita le sue figlie ad alternarsi nell'adorazione di Gesù presente nell'Eucaristia e a vivere fraternamente insieme. Preoccupato di istruire la gioventù per permettere loro di accedere alla fede ed adottare comportamenti di vita cristiani, egli apre delle Scuole e crea un "Seminario di Reggenti", come venivano chiamate allora le Maestre di Scuola.

 

Pur dedicandosi alla formazione della sua giovane Congregazione, Pierre Vigne prosegue le sue corse apostoliche, e per prolungare i frutti della sua missione, trova la possibilità di scrivere libri: Regolamenti di vita, opere di spiritualità e soprattutto le "Meditazioni sul più Bel Libro, che è Gesù Cristo che soffre e muore in Croce".

 

Il vigore di questo "camminatore di Dio", l'intensità della sua attività apostolica, le ore di adorazione, la sua povertà, testimoniano non solo una robusta costituzione fisica, ma ben al di sopra di ciò, il suo amore appassionato di Gesù Cristo che ha amato i suoi fino alla fine (cf. Gv 13, 1).

Tuttavia a 70 anni egli risente la fatica. Nel corso di una missione a Rencurel, nelle montagne del Vercors, sorpreso da un malessere, è costretto ad interrompere la predica. Malgrado tutti i suoi sforzi per celebrare ancora l'Eucaristia ed esortare i fedeli all'amore di Gesù, sente avvicinarsi la fine; esprime ancora una volta il suo immenso ardore missionario poi si raccoglie in preghiera. Un sacerdote e poi due suore, giunte in gran fretta, accompagnano i suoi ultimi istanti di vita.

L'8 luglio 1740, egli raggiunge colui che ha tanto amato, adorato e servito. Il suo corpo viene ricondotto a Boucieu-le-Roi dove riposa ancora nella piccola chiesa.

 

Padre Pierre Vigne è stato beatificato, insieme ai Servi di Dio Joseph-Marie Cassant, Anna Katharina Emmerick, Maria Ludovica De Angelis e Carlo d'Austria, il 3 ottobre 2004, da San Giovanni Paolo II (Karol Józef Wojtyła, 1978-2005), sul sagrato  della Basilica Vaticana.

 

Per approfondimenti
>>> Religiose del SS. Sacramento
 



Fonti principali: vatican.va; wikipedia.org (“RIV./gpm”).




 
©Evangelizo.org 2001-2017