« Signore, da chi andremo ? Tu hai parole di vita eterna » Gv 6,68



Abbonatevi !
Scrivete la vostra e-mail
(gratuito)


Confermate la vostra e-mail

















 
   

San Francesco d'Assisi, Patrono d'Italia, festa
Meditazione del giorno
Sant'Aelredo di Rievaulx (1110-1167), monaco cistercense inglese
Omelia per la festa dell'Assunzione

Marta et Maria

      Â«Â Una donna di nome Marta, lo accolse nella sua casa; Ella aveva una sorella, di nome Maria ».  Se il nostro cuore è il luogo dove Dio abita, bisogna che queste due donne vi abitino: l'una che si siede ai piedi di Gesù per ascoltarlo, l'altra che si occupa di nutrirlo. Finché Cristo sarà sulla terra povero, in preda alla fame, alla sete, alla tentazione, bisognerà che queste due donne abitino la stessa casa, che nello stesso cuore convivano queste due attività...

      Così, durante questa vita di fatica e di miserie, bisogna che Marta abiti la vostra casa... Finché avremo bisogno di mangiare e di bere, dovremo anche dominare la nostra carne e il nostro corpo con le opere della veglia, del digiuno e del lavoro. Tale è la parte di Marta. Però bisogna pure che in noi sia presente Maria, l'azione spirituale. Perché non dobbiamo applicarci senza sosta agli esercizi corporali. Bisogna pure talvolta riposarci, e gustare quanto è buono il Signore, sederci perciò ai piedi di Gesù e ascoltare la sua Parola.

      Amici, non trascurate Maria per Marta, né Marta per Maria! Se trascurate Marta, chi servirà Gesù? Se trascurate Maria, a cosa vi servirà la visita di Gesù, dato che non ne gusterete la dolcezza?



 
©Evangelizo.org 2001-2017